Appuntamenti

 
 

VENT'ANNI DI RECAPITI PIU'

 

Inizio 13/03/2012 fino al 13/03/2012
L'azienda di Fabrizio "Pise" Cocco festeggia i suoi 4 lustri di attività

 
VENT'ANNI DI RECAPITI PIU'

Giallo è il suo colore, che non è sbiadito nemmeno per sogno, al di là di ben venti anni di attività e di tanti recapiti e chilometri fatti a bordo degli scooteroni color limone.

Parliamo di Recapiti più, l'azienda di Fabrizio "Pise" Cocco che festeggia i suoi primi quattro lustri.

Era il lontano 1992 quando Fabrizio, una lunga esperienza come organizzatore in discoteca, decise di aprire i battenti. "Siamo nati il 5 marzo, dopo aver fatto consegne per un negozio di fiori di fronte a casa mia ho deciso di iniziare a farlo come lavoro, e cosi è nata R+"

L'azienda si proponeva e si propone oggi come "maggiordomo di fiducia": recapiti e servizi per la clientela. Dalla semplice consegna alla spesa. Le chiamate via via arrivarono e il giallo associato alla R e al più divennero un punto di riferimento a Cagliari per una fascia di clientela, sia privata che aziendale, medio-alta.

Dal 1992 al 2012 la grinta è la stessa unita a un po' di emozione: "Il momento è molto particolare. Dopo che trascorri 20 anni a spaccarti le ossa tutti i giorni quando sei single e costruisci costruisci, e dopo che fai famiglia vorresti un attimino gosare, ma invece ti rendi conto che devi solo ringraziare il fatto che sei ancora in piedi sano e senza debiti".

Una soddisfazione professionale che va a braccetto con la vita privata: "La crescita e la felicità si rispecchia sia nell' attività che nella vita privata, due cucciole più moglie.  Ma ovviamente adesso è durissima, ma si molla di un centimetro. Si torna di nuovo in prima linea,anche se non mi ero mai spostato, e con tanta voglia e fiducia si riprende a consegnare come sempre".

Novità, quelle non mancano: "Dopo aver preso la licenza per la consegna delle raccomandate ovviamente sto tutti i giorni con gli occhi aperti per modificare differenziare e ampliare i servizi anche perchè la tecnologia avanza e bisogna tenere gli occhi spalancati".

Occhi spalancati che un imprenditore navigato come lui consiglia a tutti quelli che decidono di aprire una nuova attività: "In questo periodo non muovete ne i primi ne i secondi passi. Oggi per colpa delle banche è difficilissimo fare impresa per i giovani. Infatti come si fa a chiedere un prestito di 50 mila euro per avviare un impresa se loro ne vogliono 100 mila a garanzia del prestito? No comment".

 
 
 
 

Calendario appuntamenti